Chirurgia orale: quando serve e i vantaggi

L’estrazione del dente del giudizio, l’asportazione di una radice e la rimozione di una ciste sono tutti esempi di chirurgia orale, una branca dell’odontoiatria che comprende gli interventi chirurgici riguardanti la bocca.
La chirurgia orale non esegue solo interventi che coinvolgono i denti, ma anche tutte quelle operazioni che servono a risolvere diverse patologie della bocca. Questi interventi devo essere svolti in strutture adeguate e da personale competente, per garantire la totale sicurezza dei pazienti e i risultati desiderati. Oggi vedremo quando occorre intervenire con la chirurgia dentale e quali vantaggi offrono queste tecniche.

Quando serve la chirurgia orale

La chirurgia orale, che viene chiamata anche odontostomatologia, si occupa di tutti quegli interventi che vengono effettuati all’interno del cavo orale e che servono a curare diversi problemi della bocca.

Gli interventi più diffusi riguardano:

  • L’estrazione di denti
    Si tratta degli interventi di chirurgia dentale più conosciuti e rappresentano l’ultima soluzione per risolvere un problema legato ai denti, come denti accavallati, granulomi e denti del giudizio.
  • L’estrazione di denti parodontopatici
    La parodontite è un problema che si manifesta con la presenza di spazi vuoti di almeno 5 mm tra i denti a causa della recessione dell’osso. L’intervento paradontale serve a rimuovere i batteri e a salvare i denti del paziente che si muovono e sono destinati a cadere.
  • L’implantologia dentale
    Questi interventi prevedono l’applicazione di una radice artificiale direttamente nell’osso della mascella. Grazie all’implantologia si può risolvere il problema della mancanza di un solo dente, di più denti o dell’intera arcata dentale.
  • La rigenerazione ossea
    Nei casi in cui i pazienti non hanno ossa sufficienti per poter inserire gli impianti, si può intervenire con la ricostruzione del tessuto osseo. Un intervento di questo tipo prevede l’applicazione di un nuovo osso che serve a riempire la parte mancante.
  • La gnatologia
    Qui siamo nell’ambito della chirurgia della mascella e si ricorre a questi interventi per risolvere problemi di malocclusione, cioè quando l’arcata superiore e quella inferiore non coincidono. Inoltre, servono a rivolvere anche problemi che causano mal di testa, dolori alle spalle, al collo, digrignamento dei denti e ronzii alle orecchie, che possono essere riconducibili al bruxismo.

Altri interventi di chirurgia dentale, invece, riguardano:

  • La frenulectomia
    Consiste nell’asportare dei frenuli mediani o linguali. L’intervento viene effettuato solo nel caso in cui questi frenuli creano degli effettivi problemi alla vita quotidiana del paziente.
  • L’estrazione di denti sani
    In alcuni casi il dentista è costretto ad estrarre dei denti sani. Questo avviene in particolare quando un paziente ha un problema di affollamento dentale, cioè ha un’arcata troppo piccola per contenere tutti i denti. Così, si procede con l’estrazione dei denti, che solitamente sono due premolari.
  • L’asportazione di cisti
    Consiste nella rimozione delle cisti che si possono trovare di solito nelle radici o nei denti inclusi.

I vantaggi delle tecniche di chirurgia orale

La chirurgia orale è una parte molto importante dell’odontoiatria perché permette di risolvere tutti quei problemi che, se vengono ignorati, possono andare ad influire negativamente sulla nostra salute. La chirurgia orale è la soluzione a tutte quelle patologie del cavo orale che non possono essere curate con altri tipi di trattamenti.

Con le tecniche di chirurgia orale è possibile ripristinare l’equilibrio orale, sia dal punto di vista estetico che funzionale. Oggi, grazie alle moderne tecniche di chirurgia orale, in particolare l’utilizzo della tecnologia laser permette un maggior controllo intraoperatorio e di preservare i tessuti molli. L’impiego del laser consente di eseguire dei tagli molto precisi e circoscritti. Tutto questo significa per il paziente avere meno gonfiore dopo l’intervento e una cicatrizzazione molto più rapida. Il laser viene utilizzato per estrarre i denti, per interventi ossei e di implantologia.

Un’altra tecnica che offre diversi vantaggi è quella sonica, cioè la chirurgia che impiega gli ultrasuoni. Si tratta di una metodologia che permette di eseguire degli interventi chirurgici in modo estremamente delicato. Durante l’intervento il paziente ha la sensazione di percepire solo delle vibrazioni e nella fase post-operatoria avrà meno disagi.

Gli interventi di chirurgia orale praticati dallo Studio Odontoiatrico Del Malvò

Presso lo studio del dottor Enrico Del Malvò di Torino realizziamo interventi di chirurgia orale utilizzando tecniche e strumentazioni sofisticate che rendono questi interventi non invasivi e non dolorosi. La nostra equipe esegue interventi per eliminare il mal di denti, rimuovere infezioni, contrastare l’ipersensibilità dentale, correggere difetti causati dalla parodontite, rivolvere problemi estetici o ortodontici o per l’inserimento di protesi.

Utilizziamo tecniche di chirurgia orale scientificamente provate per tutelare la tua salute in ogni fase dell’intervento. Grazie all’anestesia il rischio che tu possa sentire dolore è praticamente nullo durante l’operazione e dopo l’intervento i nostri specialisti ti daranno istruzioni dettagliate sul decorso post-operatorio e un’eventuale terapia da seguire.
Se cerchi un dentista a Torino per un intervento di chirurgia orale, prenota subito la tua visita dentistica online presso il nostro studio odontoiatrico.

  • Realizzato da Youtoo Digital
  • © 2020 Del Malvò Enrico. Tutti i diritti sono riservati. | Sede legale in Corso Vittorio Emanuele II, 202 – 10138 Torino (TO)
  • C.F DLMNRC86L29L219T e P.I 10666320014 | Privacy | Cookie