Cosa fare se il partner digrigna i denti di notte

Il tuo partner digrigna i denti di notte? Potrebbe essere affetto da bruxismo notturno.

Scopri con i nostri consigli come aiutarlo a risolvere questo problema e tornare a dormire sonni tranquilli.

Digrignare i denti è un comportamento tipico di chi soffre di bruxismo e si manifesta più frequentemente nel sonno. Se il tuo partner soffre di bruxismo notturno, invece di usare i tappi per le orecchie o andare a dormire sul divano per evitare di essere svegliata/o dal rumore causato dallo sfregamento dei denti, è bene risolvere questo problema il prima possibile, per il tuo sonno e per la sua salute. Col passare del tempo, infatti, il bruxismo può danneggiare gravemente i denti, fino a causare denti rotti nel sonno nei casi peggiori.
Se vuoi aiutare il tuo partner a smettere di digrignare i denti di notte, segui i nostri consigli.

Il bruxismo notturno

Con bruxismo notturno, o “bruxismo del sonno”, si definisce quella condizione che porta una persona a digrignare e stringere i denti di notte. Come abbiamo visto in un precedente articolo dedicato alle Differenze tra bruxismo notturno e diurno, questa patologia si può presentare in modo diverso a seconda dei momenti della giornata.

Ci sono persone che digrignano i denti di giorno, ma nella maggior parte dei casi lo sfregamento dei denti si manifesta di notte. Ecco perché è più difficile da diagnosticare. Quando il bruxismo si manifesta di notte, si tratta di un atteggiamento inconscio, quindi chi soffre di questa patologia non si accorge di nulla, salvo avere dolore ai denti al risveglio. Il digrignamento dei denti di notte spesso è legato allo stress accumulato durante la giornata.

Consigli per smettere di digrignare i denti di notte

Ci sono alcuni comportamenti e delle buone pratiche che possono aiutare ad attenuare o risolvere il digrignamento dei denti durante il sonno. Ecco alcuni consigli che potranno essere utili al tuo partner:

Ridurre lo stress

Uno dei fattori più comuni che può causare il bruxismo è sicuramente lo stress. Per combatterlo si può fare dell’attività fisica, utilizzare delle tecniche di rilassamento, oppure fare delle sedute da uno specialista. Si può ridurre lo stress anche eliminando le fonti che causano questo malessere.

Svolgere una vita regolare, ad esempio, andando a letto e svegliandosi sempre alla stessa ora, è un’altra buona pratica antistress. Anche svagarsi e divertirsi con gli amici può aiutare a rilassarsi. Non bisogna poi sottovalutare il cibo: mangiare bene, seguendo una dieta sana ed equilibrata, può donare una sensazione di benessere psico-fisico.

Evitare caffeina e alcool

A proposito di dieta, anche fare attenzione alle bevande che si assumono può essere di aiuto. Bibite gassate, tè, caffè ed energy drink, infatti, contengono caffeina, uno stimolante che può rendere più difficile rilassare la mente e i muscoli della mandibola, soprattutto di notte. Per lo stesso motivo sarebbe meglio non esagerare anche con la cioccolata.

Bisognerebbe evitare anche l’alcool, che non permette di riposare al meglio. Inoltre, se si consuma dell’alcool, il bruxismo tende a peggiorare. Vi consigliamo quindi come buona abitudine di limitare il più possibile il consumo di bevande alcoliche.

Rilassarsi prima di dormire

Prima di andare a letto è importante creare tutte le condizioni che possono favorire un sonno più tranquillo e far diminuire la probabilità di digrignare i denti. Pertanto, bisogna fare in modo che l’ambiente dove si dorme sia fresco, confortevole, buio e silenzioso. Ascoltare della musica rilassante mentre ci si addormenta può conciliare il sonno.

Anche un massaggio dei muscoli del collo e delle spalle può aiutare a rilassarsi. Si può leggere a letto per una mezz’ora prima di coricarsi. Ma è meglio evitare di vedere la tv o di lavorare al computer prima di andare a dormire. Se proprio non se ne può fare a meno, bisogna spegnere tutto almeno un’ora prima di prendere sonno. Una volta a letto, si può anche provare a dormire in una nuova posizione.

Il Bite Notturno

Per proteggere i denti, è infine consigliabile usare un bite per dormire. Il bite è un sorta di paradenti da indossare durante il sonno, per evitare il contatto diretto e lo sfregamento tra i denti. I bite dentali vengono creati su misura per ogni paziente paziente e possono essere molli o rigidi. Rappresentano l’opzione più sicura per evitare fratture e scheggiature dello smalto e denti rotti nel sonno.

Consultare il dentista

Se il tuo partner continua a digrignare i denti di notte, dovresti consultare un dentista, perché il bruxismo notturno può portare all’indebolimento, alla rottura e alla perdita dei denti. In base alla situazione della persona che soffre di questa patologia, un professionista sarà in grado di consigliare la terapia migliore.

Pensi che il tuo partner sia affetto dal bruxismo notturno? Rivolgiti al Dottor Enrico Del Malvo, specialista in bruxismo che nel suo Studio Odontoiatrico di Torino si occupa della diagnosi e della cura di questa patologia utilizzando strumenti e tecniche all’avanguardia.

Aiuta il tuo partner a guarire da questa patologia e torna a dormire sonni tranquilli. Prenota subito una visita con i professionisti dello Studio Dentistico Del Malvò di Torino!

  • Realizzato da Youtoo Digital
  • © 2020 Del Malvò Enrico. Tutti i diritti sono riservati. | Sede legale in Corso Vittorio Emanuele II, 202 – 10138 Torino (TO)
  • C.F DLMNRC86L29L219T e P.I 10666320014 | Privacy | Cookie