I rischi dello sbiancamento dentale fai da te

Sbiancamento dentale fai da te: I rischi

Il Dentista Del Malvò a Torino, è specializzata nello sbiancamento dentale a seconda delle caratteristiche di ciascun individuo e consigliamo sempre di rivolgersi ad un professionista per sbiancare i proprio denti.

Esistono, di fatti, dei rimedi per lo sbiancamento fai da te, che sono facilmente reperibili sul mercato ma che, il più delle volte risultano effimeri e, nel peggiore dei casi, rischiosi per la salute.

Per approfondimenti ti invitiamo a leggere: I rischi dello sbiancamento dentale.

Vediamo i più comuni metodi per lo sbiancamento dentale fai da te:

  • White strips: sbiancamento con strisce. Si tratta di sottili strisce che vanno fatte aderire all’arcata dentale dopo essere state ricoperte di un gel adesivo contenente perossido di idrogeno (il principio sbiancante), e che vanno lasciate agire durante la notte. In molti casi, però, questo sistema risulta fallimentare perché non porta ad uno sbiancamento uniforme; di conseguenza, spesso chi lo utilizza deve poi ricorrere a un trattamento professionale dal dentista per minimizzare il danno.
  • Dentifrici sbiancanti. Ne esistono di molti tipi e sono formulati in microgranuli che esercitano una funzione abrasiva. Questi dentifrici sbiancanti andrebbero utilizzati saltuariamente perché producono una progressiva consunzione dello smalto dentale; meglio utilizzare un normale dentifricio, ed eventualmente alternarlo all’uso di quello abrasivo (cosa che, comunque, non garantisce un significativo sbiancamento).
  • Sbiancamento dentale con bicarbonato di sodio. È di gran lunga il più utilizzato, grazie alla facilità di reperire questo elemento sul mercato e al suo prezzo contenuto. Solitamente, si scioglie in acqua un cucchiaino di bicarbonato, vi si intinge lo spazzolino e si procede con il lavaggio dei denti; in alternativa, si bagna lo spazzolino e si immerge in una piccola quantità di bicarbonato; o, ancora, si spremono alcune gocce di limone su un cucchiaino di bicarbonato di sodio, si bagna un dito con questo miscuglio e vi si sfregano i denti. Occorre essere molto cauti con questo sistema perché, se adoperato troppo di frequente, può portare ad ipersensibilità dentale, consunzione dello smalto, sanguinamento gengivale e, nei casi più gravi, ustioni superficiali della mucosa orale. Il suo impiego non dovrebbe superare il singolo trattamento settimanale, per non causare danni, e sempre effettuando la giusta diluizione del prodotto (cosa non facile per persone che non siano del settore). Il rischio è anche quello di aumentare il livello del pH della bocca, modificando negativamente la flora batterica.
  • Impiego di acqua ossigenata (perossido di idrogeno). Rimedio deleterio, in quanto le concentrazioni accessibili in commercio non sono atte a produrre sbiancamento dentale ma, anzi, il loro utilizzo frequente può provocare infiammazioni anche gravi alle gengive e ai tessuti molli della bocca.
  • Un espediente fantasioso consiste nell’uso di aceto di mele per spazzolare e sciacquare i denti, cosa che, a lungo andare, può causare una loro demineralizzazione.

In conclusione, i rimedi fai da te portano quasi sempre a non ottenere il risultato sperato e, in più, ad avere danni collaterali, danni che potrebbero essere evitati se ci si affidasse ad un trattamento professionale mirato presso il dentista. E, infatti, importantissimo, prima di procedere ad un processo di sbiancamento dentale, conoscere perfettamente le condizioni del cavo orale e dei denti ed eventuali problematiche da risolvere in vista del trattamento (ad esempio, occorre valutare se vi sia la presenza di tartaro, il quale va preventivamente rimosso).

Per di più, se un soggetto ignaro di soffrire già di consunzione dello smalto mettesse in atto uno di questi rimedi fai da te, otterrebbe un ulteriore ingiallimento dei denti, dovuto all’esposizione della dentina (lo strato che si trova al di sotto dello smalto e che si presenta di colore giallognolo).

La cosa migliore, dunque, è sempre rivolgersi a uno specialista, sia per essere sicuri di avere risultati duraturi, sia per agire nel pieno rispetto della salute della bocca. Se stai cercando uno studio dentistico a Torino dove eseguire un trattamento di sbiancamento dentale, il nostro studio a Torino è a tua disposizione per qualsiasi informazione allo 011/7761661, oppure via e-mail all’indirizzo info@clinicadelmalvo.com.

Articoli sullo Sbiancamento dentale

Il dentista di Torino Enrico del Malvò vi propone alcuni articoli sullo sbiancamento dentale.

AllSbiancamento Denti

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

0 comments on “I rischi dello sbiancamento dentale fai da te

Leave Comment