fbpx

Sedazione Cosciente

La paura dell’intervento del dentista è molto più comune di quanto ci si possa aspettare e colpisce diversi pazienti che decidono di curare la propria dentatura con gli impianti dentali. 

Così, si crea un “problema”: da una parte c’è la volontà di ottenere il sorriso desiderato, dall’altra c’è la preoccupazione riguardo all’operazione stessa. 

Mi farà male?“, “Andrà tutto bene?”“Quanto durerà? Riuscirò a resistere per tutte quelle ore?” sono le principali preoccupazioni che sentiamo nel nostro studio a Torino, quando organizziamo un intervento con un paziente e che crescono con l’avvicinarsi della fatidica data. 

Per fortuna, esiste una soluzione sicura, efficace e non dolorosa che permette alle persone ansiose di vivere le fasi dell’operazione in assoluta serenità: la sedazione cosciente. 

Non va confusa con l’anestesia: infatti, per questo gruppo di persone, è spesso considerata insufficiente per coprire il dolore e, in alcuni casi, anche dannosa per la salute.  

Perciò, si è sviluppata la sedazione cosciente, un servizio che offriamo nel nostro studio per non escludere nessuno dalla possibilità di avere la dentatura che desidera ma senza dover vivere il “terrore” dell’operazione. 

Che cos’è e come funziona la Sedazione cosciente?

La sedazione cosciente è una tecnica anestesiologica che ha lo scopo di far vivere al paziente una condizione di relax completo (ossia di rilassamento), per favorire l’amnesia (ovviamente solo dell’operazione) e il controllo del dolore. 

Il risultato? Il paziente, pur rimanendo cosciente e in grado di rispondere a domande e tenere una conversazione, non sente alcun dolore ma soprattutto non ricorda nulla dell’intervento in questione.  

Lo sottolineiamo nuovamente: La sedazione cosciente non tocca i riflessi e le capacità automatiche del corpo, come la capacità di mantenere la respirazione autonoma e di rispondere in modo adeguato agli stimoli fisici e ai comandi verbali. 

Il processo è molto semplice: Innanzitutto, prima di effettuare la sedazione, l’anestesista o il dentista responsabile controlla la storia clinica del paziente. Infatti, prima di procedere alla sedazione cosciente, è bene effettuare una valutazione qualche giorno prima dell’intervento così da andare ad identificare le tecniche chirurgiche e di sedazione più adatte al caso specifico. 

Stabilito che il paziente può essere sottoposto a questa procedura, arriva il giorno dell’operazione: si procede con la sedazione, che si pratica come se fosse una flebo ospedaliera in cui, tramite via endovenosa, si somministrano i farmaci. Nel corso della sedazione i parametri vitali vengono costantemente monitorati. In alcuni casi, ai farmaci si associa anche l’inalazione del protossido d’azoto, che unito all’ossigeno non presenta alcuna controindicazione. 

Il protossido d’azoto inoltre, viene eliminato nel giro di 2-3 minuti, per cui l’unica raccomandazione è di non mettersi immediatamente alla guida. 

Ovviamente, la riuscita della sedazione dipenderà molto dal personale che la pratica (se ha seguito i corsi di specializzazione ed è altamente formato) e che, anche da parte del paziente, tutta la procedura sia seguita con particolare attenzione alla sicurezza e che sia svolta negli ambienti dedicati. Noi dello studio del Malvò pratichiamo anche questo tipo di anestesia e, per tranquillizzare anche le persone più agitate, abbiamo dentisti anestesisti specializzati in questa procedura – così da garantirti la massima sicurezza e professionalità. 

I pazienti adatti per la sedazione cosciente

Come dicevamo all’inizio (ed è anche il motivo per cui è nata questa procedura di trattamento) la sedazione cosciente è molto utile e utilizzata per i pazienti ansiosi, pazienti cardiopatici, ipertesi e perfino epilettici. In più, anche per chi è terrorizzato dal dentista e dell’operazione è la scelta ideale per ridurre la portata negativa di stress e delle forti emozioni. Ovviamente, questo trattamento è aperto anche alle persone portatori di handicap che, spesso per timore e quindi per eccessiva irrequietezza, fanno fatica a vivere con serenità il momento delle cure odontoiatriche.  

Il punto di arrivo è il paziente che vive con maggiore tranquillità l’operazione e si riducono aggressività, agitazione e disordini motori (tremori dovuti alla paura e simili). 

la sedazione cosciente non è consigliata alle donne in stato di gravidanza, sia nei primi tre mesi che nel terzo trimestre, in quanto c’è la possibilità che la sedazione porti ad un parto anticipato. 

Non solo, la sedazione cosciente andrebbe evitata anche in caso di difficoltà respiratorie, forti raffreddori, bronchiti croniche dato che potrebbe peggiorare la situazione della persona. Fra le controindicazioni (e perciò sconsigliato a persone che ne soffrono) anche altre malattie gravi come broncopolmoniti acute, enfisema, sclerosi multipla, miastenia e simili. 

I farmaci utilizzati per la sedazione cosciente

La sedazione cosciente passa tramite la somministrazione di alcuni farmaci nell’organismo. Ma quali sono e a cosa servono di preciso? 

I farmaci impiegati sono analgesici o sedativi con effetti ansiolitici, che devono essere combinati tra loro in modo preciso e mirato. 

La modalità di somministrazione e la quantità utilizzata viene decisa dall’anestesista (e/o dal dentista specializzato) e dipendono dalle caratteristiche fisiche (peso, età, etc.) e mediche (allergie ai farmaci, stato di salute) del paziente. 

I 4 Vantaggi della sedazione cosciente

Per concludere, è bene che ti illustriamo quali siano i vantaggi della sedazione cosciente rispetto alla classica anestesia locale. Quali sono i vantaggi di impiegare questa tecnica per gli interventi odontoiatrici? 

  1. L’ansia sparisce completamente e insieme, anche la preoccupazione di dover rimanere alla poltrona per tante ore per tutta l’operazione;
  2. I tuoi parametri vitali (come cuore e pressione) vengono monitorati in ogni momento dell’operazione; 
  3. I farmaci utilizzati ti permettono di essere certo di non sentire nulla durante l’operazione perché durano il tempo necessario e non c’è il rischio che durino di più o di meno (a differenza dell’anestesia locale); 
  4. Chi somministra i farmaci, è formato affinché alla fine dell’intervento non proverai dolore, e non avrai problemi di stomaco. 

 

Come ripetiamo spesso, per capire se una persona può effettuare o meno la sedazione cosciente, è bene eseguire un primo controllo dal dentista per capire se ci sono rischi e/o controindicazioni. Ecco perché consigliamo sempre di fare un primo incontro conoscitivo nel nostro studio a Torino per capire se ci sono le condizioni ideali per poter procedere.  

Prenota la tua visita per le sedazione cosciente a Torino



    Ho letto e accetto l'informativa Privacy

    Contattaci
    • Realizzato da Youtoo Digital
    • © 2021 Del Malvò Enrico. Tutti i diritti sono riservati. | Sede legale in Corso Vittorio Emanuele II, 202 – 10138 Torino (TO)
    • C.F DLMNRC86L29L219T e P.I 10666320014 | Privacy | Cookie