fbpx

Restaurazione denti contro il bruxismo

Cos'è il bruxismo

Il bruxismo è la tendenza involontaria a digrignare i denti chiudendo con forza la mandibola. Questa abitudine viziata colpisce l’8-9% della popolazione Italia e molti ricercatori ne hanno dimostrato una relazione con lo stress quotidiano. I denti possono così scheggiarsi, rovinarsi e diventare sensibili. Un’altra fattore che li può rovinare è l’attacco da parte di cibi acidi o bevande dolci e gassate. Quando iniziano ad usurarsi, è quindi indispensabile fare una buona diagnosi differenziale. Per proteggere i denti danneggiati dal bruxismo, ridare loro una giusta funzione ed estetica, nonché per prevenire il peggioramento della situazione, è consigliata la ricostruzione sistematica della dentatura.

I problemi del bruxismo

I nostri denti come ciascun organo del nostro corpo alla una loro funzione e questa ne ha determinato la forma. Gli incisivi hanno un ruolo nella fonesi e strappano il cibo, i denti posteriori hanno la capacità grazie alla loro cuspidi di triturare il bolo.

I canini sono i denti fondamentali per movimenti della mandibola sia perchè si trovano in una posizione strategica tra gli elementi anteriori e quelli posteriori sia per la loro forma con una corona a punta e robusta, come anche la loro radice.

Gli studi hanno dimostrato che il digrignamento dei denti che si manifesta nei pazienti bruxisti è un movimento di lateralità cioè la mandibola tende a muoversi da sinistra e destra, e non avanti e indietro. Durante queste escursioni, che il paziente compie in maniera involontaria, se i canini sono preservati nella loro posizione e forma, gli altri elementi della bocca sono protetti e quindi non si rovineranno. Nel momento in cui i canini sono consumati, magari perchè l’attività di digrignamento del bruxismo ha agito per molti anni e ad alta intensità, o non si trovano nella loro posizione, gli altri denti possono essere consumati nella loro porzione di smalto più superficiale. Questo procedimento può degenerare in un’usura molto importante, tanto rovinare interi sorrisi e portare anche alla devitalizzazione di denti che pochi anni prima erano sani.

Il bruxismo ha una forte correlazione con livelli di stress e molti pazienti sfogano così le loro tensioni. Questa parafunzione è correlata all’attività dei principali muscoli della masticazione, in particolare il muscolo massetere e il muscolo termporale. Una loro iperattività può scaricarsi sulla dentatura portando ai danni sopra descritti, nonché a problemi all’articolazione temporomandibolare (ATM), con dolore localizzato davanti alle orecchie, acufeni e rumori durante l’apertura o la chiusura della bocca.

Come risolvere il bruxismo

Un odontoiatra che si occupa della cura del bruxismo può agire sull’occlusione della mandibola
per diversi motivi:

  1. Ridare la forma corretta ai denti affinché siano protetti nella loro porzione vitale,
  2. Una morfologia anatomica restituisce i binari di movimento e quindi la mandibola tende a muoversi meglio, dissipando i carichi in maniera corretta.
  3. Un’occlusione appropriata permette ai muscoli di essere meno sollecitati: è stato dimostrato infatti che il contatto delle cuspidi dei molari durante i movimenti di digrignamento attiva dei motoneuroni collegati con i muscoli masseteri, peggiorando la situazione a livello del carico che la dentatura e le articolazioni devono sopportare.

Migliorare l’occlusione del paziente, intesa come rapporto tra la dentatura superiore e quella
inferiore, è possibile in diversi modi:

  1. Creazione di un bite dentale o una placca di svincolo, che il paziente possa portare durante la notte, periodo nel quale il bruxismo si manifesta solitamente, e alcune ore durante il giorno. Questo è consigliato tutte le volte che il paziente si trova in una fase di dolore acuto oppure non ha il tempo o il desiderio di affrontare percorsi più lunghi ed impegnativi.
  2. Una terapia ortodontica fissa che riporti ai rapporti funzionali corretti. Questa è consigliata in tutti i pazienti che accettano di portare l’apparecchio anche da adulti e dove un restauro dentale completo non basterebbe per correggere delle posizioni dentali troppo scorrette perchè magari non interecettate quando erano più giovani.
  3. La ricostruzione dentale dei denti usurati è la terapia d’elezione per riportare i denti alla loro forma originale senza doverli consumare o spostare. Ridona ai pazienti un ottimo sorriso e con esso stabilità alla posizione della mandibola.

Il nostro metodo di restaurazione contro il bruxismo

La procedura innovativa dello Studio Dentistico Del Malvò di Torino è scientificamente provata e ha già reso felici molti pazienti.

Dopo che durante la prima visita è stato intercettato il problema, viene fissato un appuntamento dove si raccolgono il maggior numero di informazioni possibili: foto del viso e del sorriso per studiare simmetria ed estetica, una scansione della bocca per poter stampare un modello 3D su cui iniziare a progettare la nuova occlusione, dei video per studiare la fonesi, eventuali radiografie (lastre endorali, ortopantomografie o lastre cefalometriche del cranio) o strumenti di registrazione come archi facciali.

Nel secondo appuntamento dopo la prima visita, è possibile consegnare al paziente un mock up. Questo consiste nella prova della nuova dentatura direttamente in bocca, grazie alla realizzazione di alcune mascherine personalizzate in base alle nuove forme che si vogliono ottenere. La mascherina viene riempita con un materiale estetico a base resinosa, inserita in bocca, e poi il materiale viene fatto aderire ai denti con una fonte luminosa appropriata. Infine la mascherina viene rimossa, il materiale rifinito, e così il paziente ha finalmente la sua nuova dentatura; sarà così in grado di percepire e testare le nuove forme.

Il paziente può tornare a casa con tutta la riabilitazione conservativa posizionata in bocca e con dei consigli appropriati sia per l’igiene che per la masticazione. Prima che il paziente venga dimesso, possono essere scattate alcune foto o girati dei brevi video per poter valutare al meglio la resa di questa prova. Durante la visita seguente, viene fatta un visita intraorale, con la correzione di tutti i contatti dentali anomali, nonché una nuova intervista del paziente per la raccolta di tutte le sue impressioni, che ci permetteranno di fare gli ultimi aggiustamenti per ottenere sia un’ottima funzione che un’estetica perfetta.

E’ possibile a questo punto scannerizzare le forme definite, smontare tutto il restauro provvisorio, e programmare assieme al paziente le sedute che serviranno a restaurare tutti i denti usurati dal bruxismo. Alla fine della terapia consegnamo un kit per una corretta igiene ed una nuova mascherina di protezione.

I vantaggi della restaurazione contro il bruxismo

La ricostruzione conservativa dei denti usurati permette di ridare loro una forma naturale senza dover rimuovere lo smalto rimasto sul dente, perchè si basa sul concetto di “aggiungere quello è stato perso” e non di “sostituire” (vedi corone in zirconia o impianti dentali). I restauri risulteranno ben “mimetizzati” con la porzione di dente naturale.

  • La nostra formazione ci permette di avere un approccio poco invasivo, e questo si traduce in sedute anche senza anestesia. Le preparazioni moderne sono molto meno invasive e i nuovi materiali hanno bisogno di pochissimo spazio per rendere al meglio.
  • Esperti in “riabilitazioni dei pazienti con usure dentali” di tutto il mondo (Italia, svizzera, stati uniti) hanno pubblicato diversi articoli sulla ricostruzione dentale conservativa, garantendo il successo nel tempo e il rispetto di protocolli operativi ormai ben standardizzati.
  • Questa riabilitazione è facilmente riparabile nel tempo senza richiedere grossi interventi. Un aspetto fondamentale visto che i pazienti possono avere dei muscoli masticatori con forti attività parafunzionali, che scaricano la loro forza sui denti, o essere soggetti a reflusso gastroesofageo e vomito.
  • Questa terapia consente di riabilitare una bocca completamente e, in base alle esigenze del paziente, permette di essere implementata nel tempo sia dal punto di vista estetico che funzionale. Nei pazienti con alte esigenze estetiche si può pensare alla realizzazione di faccette o intarsi in ceramica.

Prenota la tua visita per le restaurazione contro il bruxismo a Torino



    Ho letto e accetto l'informativa Privacy

    Contattaci
    • Realizzato da Youtoo Digital
    • © 2021 Del Malvò Enrico. Tutti i diritti sono riservati. | Sede legale in Corso Vittorio Emanuele II, 202 – 10138 Torino (TO)
    • C.F DLMNRC86L29L219T e P.I 10666320014 | Privacy | Cookie