Sintomi del bruxismo, come riconoscerli in tempo

Denti più sensibili, mal di testa e dolore alla mandibola. Tutti problemi che possono essere causati dai sintomi del bruxismo, un problema che va risolto per tempo in modo da evitare seri danni. Ecco come riconoscerlo e curarlo.

Quali sono i sintomi del bruxismo?

Il bruxismo è la tendenza a digrignare e stringere i denti, in particolare durante le ore del sonno. Questo problema può colpire persone di tutte le età e si può manifestare anche nei bambini. Il bruxismo può causare dei danni ai denti, come l’abrasione dello smalto o disturbi all’articolazione della mandibola. Ecco perché è importante diagnosticare per tempo la malattia.

Ci sono una serie di sintomi che possono essere un segnale della presenza di questa patologia, quali:

  • Sensazione di dolore o tensione mandibolare, che si avverte soprattutto al mattino;
  • Dolore delle arcate dentali;
  • Appiattimento e abrasione dei denti;
  • Difficoltà ad aprire la bocca;
  • Cefalee e mal di testa ricorrenti;
  • Fratture oscheggiature di denti;
  • Denti più sensibili del solito al caldo e al freddo;
  • Vertigini;
  • Dolore alle orecchie.

Se avverti questi sintomi, è meglio che ti rechi subito da uno specialista che possa verificare la presenza o meno della patologia che causa il digrignamento dei denti. Nello studio dentistico di Torino del Dottor Enrico Del Malvò siamo specializzati nella cura del bruxismo. È sufficiente una visita per permettere ai nostri odontoiatri di individuare il problema e di consigliarti il trattamento più adatto a te.

Le cause del bruxismo

Una delle principali case del bruxismo è lo stress. Uno stato eccessivo di tensione provocato da ansia o preoccupazioni può indurre i muscoli della bocca a indurirsi e a tendersi. Questo problema può essere causato anche da una malocclusione, cioè un cattivo posizionamento delle arcate dentali. Anche un eccessivo consumo di alcool, caffeina e sigarette può causare il digrignamento notturno o diurno dei denti e rientrano perciò tra i più frequenti sintomi del bruxismo.

Bruxismo notturno

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente il bruxismo si può manifestare più frequentemente durante il sonno. Ciò impedisce a chi ne soffre di percepire il problema. Può capitare, invece, che è la persona che dorme accanto al partner che digrigna i denti di notte ad accorgersi che qualcosa non va a causa dei rumori emessi dal partner stesso.

Chi soffre di bruxismo notturno al mattino può avvertire un fastidio alla bocca, indolenzimento alla mascella e male ai denti. In presenza di questi sintomi, vale sempre il consiglio che ti abbiamo dato prima: rivolgerti a uno specialista. Presso il nostro studio dentistico di Torino utilizziamo strumenti diagnostici all’avanguardia per individuare il bruxismo e le altre patologie dentali.

Bruxismo diurno

Il bruxismo diurno non è un comportamento inconsapevole come quello notturno ed è più facile da individuare. Come abbiamo già detto in precedenza tra le cause principali ci sono lo stress e l’ansia, ma anche stati depressivi, di irritabilità e iperattività, quest’ultimo in particolare può provocare il bruxismo nei bambini. La persona che si accorge di avere questo problema, si deve recare dall’odontoiatra in modo da porvi rimedio in maniera tempestiva. Nello studio dentistico di Torino diretto dal Dottor Enrico Del Malvò puoi avere a disposizione un’intera equipe di specialisti che curano il bruxismo con tecniche non invasive.

Cura del bruxismo

Nel nostro studio di Torino utilizziamo l’odontoiatria conservativa per trattare i denti rovinati del digrignamento causato dal bruxismo. Attraverso queste tecniche siamo in grado di restaurare i denti impiegano materiali compositi, che consento di dare una forma ed un colore al dente praticamente identici all’originale. Si tratta di una soluzione poco invasiva che permette di mantenere la parte sana del dente e di intervenire solo sulla parte mancante o rovinata. L’impiego dell’odontoiatria conservativa garantisce al paziente minori disagi durante il trattamento e tempi più brevi per tornare a masticare e a sorridere come e meglio di prima.

Altri rimedi al bruxismo

L’equipe del nostro studio dentistico di Torino guidata dal Dottor Enrico Del Malvò realizza anche bite su misura per la cura del bruxismo. Si tratta di uno speciale apparecchio per i denti che viene realizzato in resina e modellato in base alle arcate dentali del paziente. Il bite può essere indossato sia di giorno che di notte in base al tipo di problema che ha la persona che necessita di questo strumento. Una volta indossato il bite impedisce lo sfregamento dei denti. Presso lo Studio Odontoiatrico Del Malvò realizziamo bite su misura anche per bambini e sportivi.

Rivolgiti allo studio dentistico di Torino specializzato nella cura del bruxismo

Pensi di avere i sintomi del bruxismo, contatta subito lo Studio Odontoiatrico Del Malvò in modo che i nostri specialisti possano valutare la presenza o meno di questa patologia e nel caso studiare la cura più adatta al tuo problema.

Cos’è l’ortodonzia invisibile?

L’apparecchio c’è ma non si vede. Tutto merito dell’ortodonzia invisibile, la soluzione che permette di correggere i difetti del sorriso senza rinunciare all’estetica.

Che cos’è l’ortodonzia invisibile

L’allineamento non perfetto dei denti è esteticamente poco gradevole, ma può anche determinare una cattiva occlusione con conseguenze problematiche sulla postura e sull’articolazione temporo-mandibolare. L’ortodonzia invisibile è quel settore dell’ortodonzia che si occupa proprio della cura dei problemi dentali attraverso l’utilizzo di apparecchi invisibili. Questi moderni dispositivi sono la risposta alle nuove esigenze dei pazienti che vogliono dei trattamenti efficaci, ma anche un aspetto estetico gradevole, tramite terapie non invasive.

Con l’ortodonzia invisibile è possibile correggere il disallineamento dei denti che non consente alle arcate di chiudersi in modo corretto.
L’apparecchio invisibile serve, in particolare, a risolvere problemi di:

  • Affollamento dentale:
    I denti non hanno spazio a sufficienza e tendono a sovrapporsi.
  • Diastema:
    Tra i denti c’è uno spazio molto ampio, in particolare tra gli incisivi superiori.
  • Morso inverso:
    I denti inferiori sono più sporgenti rispetto a quelli superiori.
  • Morso profondo:
    I denti superiori sono molto più avanti rispetto a quelli inferiori.
  • Morso crociato:
    I denti inferiori e quelli superiori non sono allineati.

Gli apparecchi invisibili sono realizzati con dei polimeri che conferiscono loro un aspetto trasparente, per cui una volta applicati sui denti è quasi impossibile notarli. Inoltre, l’ortodonzia invisibile non dà problemi di igiene dentale, perché ci sono degli apparecchi che si possono rimuovere, per consentire una corretta pulizia dei denti.

Le tipologie di apparecchio invisibile:

Esistono due tipologie di apparecchio invisibile:

  • Apparecchio invisibile fisso:
    L’apparecchio invisibile fisso può essere esterno oppure interno. Il primo è costituito da delle piastrine realizzate in materiale trasparente. Quello interno, invece, chiamato anche linguale, è costituito da dei fili metallici che vengono attaccati alle arcate dentarie tramite una speciale resina. Questi fili sono molto sottili e non creano problemi sia a livello estetico che funzionale.
  • Apparecchio invisibile mobile:
    L’apparecchio invisibile mobile è una mascherina trasparente che può essere applicato all’arcata inferiore o superiore. Il vantaggio di questo apparecchio è che può essere messo e tolto facilmente. L’odontoiatra regola l’apparecchio periodicamente, di solito ogni 2 o 3 settimane, in modo da modificare la dentatura del paziente il base al suo problema e al risultato che si vuole raggiungere.

Quando si può ricorrere all’ortodonzia invisibile?

L’ortodonzia invisibile è adatta a tutti coloro che vogliono allineare i denti senza utilizzare ferretti o fili metallici davvero poco piacevoli a livello estetico. L’apparecchio invisibile è stato creato apposta per chi vuole correggere i difetti del proprio sorriso senza rinunciare all’estetica. Questa soluzione, infatti, viene scelta da persone adulte che, ad esempio, per motivi professionali sono a contatto con il pubblico e non vogliono portare apparecchi vistosi e antiestetici. Inoltre, gli apparecchi invisibili mobili hanno il vantaggio che possono essere tolti quando si deve mangiare o in caso di occasioni speciali.

L’apparecchio invisibile viene sempre più richiesto anche dai giovani, sia per motivi estetici ma anche pratici. Molti ragazzi, infatti, scelgono l’ortodonzia invisibile quando praticano un’attività sportiva come il calcio, il rugby o le arti marziali, dove è possibile il contatto fisico ed è facile andare incontro a dei traumi.

I principali vantaggi dell’ortodonzia invisibile

L’ortodonzia invisibile ti permette di correggere i difetti del tuo sorriso senza crearti disagi nelle tue attività quotidiane. Ciò è possibile grazie alle caratteristiche degli apparecchi che vengono impiegati per questo tipo di trattamenti, che sono in grado di offrirti diversi vantaggi:
Ecco i principali:

  • Invisibili
    Gli apparecchi sono delle mascherine trasparenti, che risultato praticamente invisibili.
  • Versatili
    Gli apparecchi invisibili mobili sono completamente removibili. Questo consente di toglierli in caso di bisogno, per pulirli e per permetterti di lavare i denti normalmente, garantendoti la massima praticità ed igiene.
  • Personalizzabili
    Gli apparecchi invisibili vengono realizzati su misura per ogni paziente in base alle caratteristiche dei suoi denti.
  • Estetici
    Gli apparecchi invisibili essendo trasparenti sono comodi da portare e non creano alcun disagio a chi li deve portare.

Ritrova il tuo sorriso con i nostri apparecchi invisibili

Vuoi correggere il tuo sorriso? Affidati allo Studio Odontoiatrico del Malvò. Con i nostri apparecchi invisibili potrai avere denti allineati, un corretto funzionamento della bocca e un sorriso perfetto, senza i disagi e i ferretti tipici degli apparecchi classici. Gli allineatori dentali trasparenti dello Studio Dentistico Del Malvò di Torino sono realizzati su misura grazie ad una tecnologia molto moderna e sofisticata.

I nostri apparecchi sono scientificamente testati, per garantirti il migliore dei risultati di ortodonzia invisibile con i minori disagi possibili. Un apparecchio invisibile, infatti, può trasformare il tuo sorriso senza interferire troppo con la tua vita quotidiana. Una volta che ti sarai abituato a portare il tuo apparecchio invisibile, non avrai problemi di pronuncia e potrai svolgere normalmente tutte le tue attività, anche quelle sportive.
Devi solo contattare il nostro studio, ti forniremo tutta l’assistenza di cui hai bisogno e ti aiuteremo a scegliere il trattamento ortodontico più adatto alle tue esigenze.
Fissa subito un appuntamento presso il nostro Studio odontoiatrico di Torino.

Ricostruzione conservativa: cos’è e quali vantaggi offre

I denti rovinati dalla carie o da traumi che ne hanno compromesso estetica e funzionalità oggi possono essere curati tramite ricostruzioni conservative.
Scopri in questo articolo che cosa sono e quali vantaggi offrono.

Cosa si intende per ricostruzione dentale conservativa?

Dopo aver visto come avviene la ricostruzione di un dente, oggi parleremo di una particolare tecnica di ricostruzione dentale. La ricostruzione dentale conservativa o odontoiatria conservativa è quella parte dell’odontoiatria che si occupa della cura dei denti che a causa di traumi si sono rotti o risultano erosi. Attraverso questa tecnica ricostruttiva è possibile trattare i denti che possono essere stati rovinati da una semplice carie oppure da una patologia come il bruxismo che può creare danni molto seri alla dentatura.

Tramite la ricostruzione conservativa i denti possono essere ricostruiti singolarmente oppure collegati a ponte tra loro in modo da sostituire l’eventuale mancanza di denti. Le terapie conservative consentono di ripristinare un dente sia dal punto di vista funzionale che estetico. Anche nel nostro studio di dentista a Torino utilizziamo queste tecniche di ricostruzione conservativa che offrono diversi vantaggi ai nostri pazienti. Vediamo insieme quali sono.

Quali vantaggi offre la ricostruzione conservativa rispetto ai tradizionali interventi con anestesia?

Per la ricostruzione di un dente rotto o eroso viene utilizzato del materiale composito, che attualmente risulta il migliore si in termini di resistenza che di resa estetica, perché è in grado di riprodurre esattamente il tono e le sfumature di un dente naturale. Questo materiale viene fissato sul dente mediante una luce ultravioletta che in pochi secondi gli dà la stessa consistenza e durezza di un dente normale.

I denti sottoposti ad una ricostruzione conservativa praticamente non si distinguono dagli altri denti. Per un intervento di odontoiatria conservativa non è necessario pratica l’anestesia al paziente, essendo una pratica non dolorosa e che non arreca particolari disagi a chi si sottopone a questo tipo di trattamento.

Cura del bruxismo e ripristino dell’estetica dentale attraverso gli intarsi dentali

Gli intarsi dentali sono delle ricostruzioni conservative piuttosto grandi che vengono utilizzate per la cura di denti rovinati ad esempio dal bruxismo. Questi intarsi vengono incollati sui denti naturali per proteggerli dalle fratture e ridare loro un’estetica gradevole. Il bruxismo, infatti, causa il consumo dello smalto dei denti che possono arrivare anche a scheggiarsi, provocando un aumento della sensibilità nei confronti di cibi e sostante calde o fredde, dolori facciali, problemi alla mandibola e molti altri spiacevoli sintomi.

Ecco perché il bruxismo deve essere curato in modo corretto e tempestivo. Gli intarsi dentali, in particolare, vengono posizionati sui denti che sono coinvolti durante la masticazione, cioè i molari e i premolari. Per realizzare gli intarsi dentali vengono utilizzati sia la ceramica che la resina composita, che sono dei materiali particolarmente adatti per la ricostruzione dei denti danneggiati. Con questi materiali si possono ricoprire sia i denti devitalizzati che i denti rovinati dal digrignamento, come avviene proprio nei pazienti affetti da bruxismo. Anche gli intarsi dentali offrono diversi vantaggi sia durante sia dopo il trattamento.

Quali vantaggi offrono gli intarsi dentali?

Gli intarsi dentali hanno il vantaggio di permettere la ricostruzione conservativa dei denti usurati senza bisogno di rimuovere lo smalto che è rimasto sul dente. Questo consente un intervento più rapido durante il quale il paziente non sente praticamente dolore. Si tratta, infatti, di interventi non invasivi che non necessitano di anestesia. Una volta terminato il restauro, la parte di dente ricostruita risulta identica per forma, colore e consistenza alla porzione di dente naturale.

Gli intarsi dentali sono dei manufatti sottilissimi e possono essere impiegati per riparare anche piccolissime porzioni di denti. Per questo motivo il dentista li deve cementare alla perfezione, per evitare che possano rompersi o staccarsi. Inoltre, gli intarsi dentali si possono riparare senza interventi molto impegnativi. Grazie a tutte queste caratteristiche, gli intarsi dentali hanno sostituito le corone complete in metallo, ceramica o zirconia, in diverse terapie.

Allo Studio Odontoiatrico Del Malvò siamo specializzati in interventi non invasivi

Ti sei già stato sottoposto ad un trattamento di intarsio dentale ma si è rotto, staccato o presenta infiltrazioni?
Non ti preoccupare, allo Studio Odontoiatrico Del Malvò siamo specializzati nella riparazione dei denti e negli interventi di ripristino non invasivi. Nel nostro studio guidato dal dottor Enrico Del Malvò, dentista di Torino specialista nella cura del bruxismo, utilizziamo tecniche di ricostruzione conservativa proprio per ridare un sorriso bello e funzionale ai pazienti che hanno i loro denti rovinati dal loro continuo sfregamento e digrignamento.

Attraverso un’attenta analisi della tua masticazione siamo in grado di studiare la soluzione giusta per te. Inoltre, col passare del tempo ci occuperemo dell’eventuale restauro del dente ricostruito per mantenere la tua bocca perfettamente in salute. Nello Studio Odontoiatrico Del Malvò seguiamo dei precisi protocolli operativi per garantirti i più elevati standard qualitativi.
Fissa subito un appuntamento online con gli specialisti del nostro studio.

Cause del Bruxismo – Il 10% della popolazione ne soffre

Il bruxismo è un problema molto diffuso e va affrontato in modo serio e tempestivo. Scopri con noi le cause del bruxismo e come porvi rimedio attraverso tecniche di ricostruzione dentale conservativa.

Cos’è il bruxismo

Prima di vedere le cause del bruxismo vogliamo spiegarti che cos’è questo problema che, secondo le ultime stime, affligge circa il 10% della popolazione. Il bruxismo non è altro che una contrazione involontaria dei muscoli coinvolti nella masticazione che causa il digrignamento e lo sfregamento dei denti. Ci sono due tipologie di bruxismo, uno si manifesta di notte, mentre l’altro di giorno. Il primo porta le persone a digrignare i denti o a serrare le mandibole durante il sonno. Il secondo, invece, non porta le persone a digrignare i denti, ma a chiudere e sfregare le mandibole nel corso della giornata.

Indipendentemente dal tipo di bruxismo, il continuo e prolungato digrignamento dei denti e lo sfregamento della mandibola può provocare:

  • Dolore quando sia apre e si chiude la bocca
  • Usura e danneggiamento dei denti
  • Rottura dei denti
  • Mal di testa
  • Otite
  • Dolori al collo e alle spalle

Se vuoi approfondire quali sono i sintomi del bruxismo, puoi leggere l’articolo che abbiamo dedicato a questo argomento sempre sul nostro blog e che puoi trovare qui. Il bruxismo colpisce maggiormente in una fascia di età tra i 25 e 45 anni, ma non è raro che si manifesti anche nei bambini. Se non viene adeguatamente curato, questo problema può portare ad una eccessiva usura dei denti, tanto da compromettere anche le gengive.

Scopri le cause del Bruxismo

Le cause del bruxismo possono essere diverse, anche se si ritiene che ben il 70% dei casi sia provocato da ansia e stress. Ansia e stress, ad esempio, sono i fattori che possono far insorgere il bruxismo nelle donne in gravidanza.

Altre cause del bruxismo possono essere:

  • Problemi emotivi
  • Disturbi del sonno
  • Malocclusioni dentarie
  • Malattie neurodegenerative che colpiscono i muscoli come il Parkinson
  • Fumo
  • Alcol
  • Caffeina
  • Droghe
  • Antidepressivi

Rimedi al bruxismo: ricostruzione dentale conservativa e bite

Dopo aver parlato delle cause del bruxismo è arrivato il momento di concentrarci sui possibili rimedi per curare questo problema. Come per tutte le patologie, anche per il bruxismo, è fondamentale la diagnosi, che deve essere svolta da un professionista serio e preparato. Un odontoiatra già dalla prima visita può valutare l’usura dei denti, eventuali lesioni e la presenza di un’elevata sensibilità dei muscoli della mascella. Una volta diagnosticato il problema e individuate le cause del bruxismo, si può procede con la cura più appropriata.

Il trattamento del bruxismo si concentra sostanzialmente in due diverse aree:

  1. La ricostruzione dentale conservativa
    Si tratta di un vero e proprio restauro dei denti rovinati che viene effettuato attraverso interventi non invasivi e con l’impiego di materiali di ultima generazione. La ricostruzione dentale conservativa permette di ottenere ottimi risultati sia funzionali che estetici. Per ripristinare il rivestimento dentale rovinato dal bruxismo vengono usati materiali compositi. Così, il colore dei denti ricostruiti risulta uguale a quello naturale e, anche a livello di funzionalità, consentono di masticare senza alcun fastidio.
  2. L’utilizzo di bite
    I bite sono degli speciali paradenti che impediscono lo sfregamento dei denti. I bite vengono realizzati su misura sulla base dell’impronta dentale del paziente. Una volta indossato il bite evita che le due arcate dentali sfreghino tra loro. Esistono modelli da portare durante il giorno e modelli da indossare di notte in base al problema del paziente.

Anche la fisioterapia e l’osteopatia possono essere di supporto all’odontotecnico nella cura del bruxismo. Come abbiamo visto in precedenza, tra le cause del bruxismo c’è anche lo stress e, per risolvere questo problema, si possono utilizzare delle tecniche di rilassamento. Mentre nei casi più gravi è consigliabile ricorrere ad uno psicoterapeuta.

Lo Studio Odontoiatrico del Malvò: gli specialisti del bruxismo

Se fai parte anche tu del 10% della popolazione che soffre di bruxismo, rivolgiti al dottor Enrico Del Malvò, il dentista di Torino specializzato nella cura del digrignamento dei denti. Nel nostro studio odontoiatrico utilizziamo tecniche di ricostruzione dentale conservativa, che ci permettono di offrirti cure più confortevoli e risultati sicuri in tempi più rapidi. Per vedere un esempio dei nostri trattamenti realizzati con tecniche conservative puoi cliccare qui.

Presso il nostro studio realizziamo anche bite su misura per l’utilizzo notturno e diurno, anche per bambini e sportivi. I nostri specialisti possono farti riacquistare una bocca sana, una masticazione perfetta e un bel sorriso.
Contatta subito lo Studio Odontoiatrico del Malvò, così potremo valutare il tuo caso e trovare il trattamento più adatto a te e al tuo problema. Prenota ora la tua visita online.

Chirurgia orale: quando serve e i vantaggi

L’estrazione del dente del giudizio, l’asportazione di una radice e la rimozione di una ciste sono tutti esempi di chirurgia orale, una branca dell’odontoiatria che comprende gli interventi chirurgici riguardanti la bocca.
La chirurgia orale non esegue solo interventi che coinvolgono i denti, ma anche tutte quelle operazioni che servono a risolvere diverse patologie della bocca. Questi interventi devo essere svolti in strutture adeguate e da personale competente, per garantire la totale sicurezza dei pazienti e i risultati desiderati. Oggi vedremo quando occorre intervenire con la chirurgia dentale e quali vantaggi offrono queste tecniche.

Quando serve la chirurgia orale

La chirurgia orale, che viene chiamata anche odontostomatologia, si occupa di tutti quegli interventi che vengono effettuati all’interno del cavo orale e che servono a curare diversi problemi della bocca.

Gli interventi più diffusi riguardano:

  • L’estrazione di denti
    Si tratta degli interventi di chirurgia dentale più conosciuti e rappresentano l’ultima soluzione per risolvere un problema legato ai denti, come denti accavallati, granulomi e denti del giudizio.
  • L’estrazione di denti parodontopatici
    La parodontite è un problema che si manifesta con la presenza di spazi vuoti di almeno 5 mm tra i denti a causa della recessione dell’osso. L’intervento paradontale serve a rimuovere i batteri e a salvare i denti del paziente che si muovono e sono destinati a cadere.
  • L’implantologia dentale
    Questi interventi prevedono l’applicazione di una radice artificiale direttamente nell’osso della mascella. Grazie all’implantologia si può risolvere il problema della mancanza di un solo dente, di più denti o dell’intera arcata dentale.
  • La rigenerazione ossea
    Nei casi in cui i pazienti non hanno ossa sufficienti per poter inserire gli impianti, si può intervenire con la ricostruzione del tessuto osseo. Un intervento di questo tipo prevede l’applicazione di un nuovo osso che serve a riempire la parte mancante.
  • La gnatologia
    Qui siamo nell’ambito della chirurgia della mascella e si ricorre a questi interventi per risolvere problemi di malocclusione, cioè quando l’arcata superiore e quella inferiore non coincidono. Inoltre, servono a rivolvere anche problemi che causano mal di testa, dolori alle spalle, al collo, digrignamento dei denti e ronzii alle orecchie, che possono essere riconducibili al bruxismo.

Altri interventi di chirurgia dentale, invece, riguardano:

  • La frenulectomia
    Consiste nell’asportare dei frenuli mediani o linguali. L’intervento viene effettuato solo nel caso in cui questi frenuli creano degli effettivi problemi alla vita quotidiana del paziente.
  • L’estrazione di denti sani
    In alcuni casi il dentista è costretto ad estrarre dei denti sani. Questo avviene in particolare quando un paziente ha un problema di affollamento dentale, cioè ha un’arcata troppo piccola per contenere tutti i denti. Così, si procede con l’estrazione dei denti, che solitamente sono due premolari.
  • L’asportazione di cisti
    Consiste nella rimozione delle cisti che si possono trovare di solito nelle radici o nei denti inclusi.

I vantaggi delle tecniche di chirurgia orale

La chirurgia orale è una parte molto importante dell’odontoiatria perché permette di risolvere tutti quei problemi che, se vengono ignorati, possono andare ad influire negativamente sulla nostra salute. La chirurgia orale è la soluzione a tutte quelle patologie del cavo orale che non possono essere curate con altri tipi di trattamenti.

Con le tecniche di chirurgia orale è possibile ripristinare l’equilibrio orale, sia dal punto di vista estetico che funzionale. Oggi, grazie alle moderne tecniche di chirurgia orale, in particolare l’utilizzo della tecnologia laser permette un maggior controllo intraoperatorio e di preservare i tessuti molli. L’impiego del laser consente di eseguire dei tagli molto precisi e circoscritti. Tutto questo significa per il paziente avere meno gonfiore dopo l’intervento e una cicatrizzazione molto più rapida. Il laser viene utilizzato per estrarre i denti, per interventi ossei e di implantologia.

Un’altra tecnica che offre diversi vantaggi è quella sonica, cioè la chirurgia che impiega gli ultrasuoni. Si tratta di una metodologia che permette di eseguire degli interventi chirurgici in modo estremamente delicato. Durante l’intervento il paziente ha la sensazione di percepire solo delle vibrazioni e nella fase post-operatoria avrà meno disagi.

Gli interventi di chirurgia orale praticati dallo Studio Odontoiatrico Del Malvò

Presso lo studio del dottor Enrico Del Malvò di Torino realizziamo interventi di chirurgia orale utilizzando tecniche e strumentazioni sofisticate che rendono questi interventi non invasivi e non dolorosi. La nostra equipe esegue interventi per eliminare il mal di denti, rimuovere infezioni, contrastare l’ipersensibilità dentale, correggere difetti causati dalla parodontite, rivolvere problemi estetici o ortodontici o per l’inserimento di protesi.

Utilizziamo tecniche di chirurgia orale scientificamente provate per tutelare la tua salute in ogni fase dell’intervento. Grazie all’anestesia il rischio che tu possa sentire dolore è praticamente nullo durante l’operazione e dopo l’intervento i nostri specialisti ti daranno istruzioni dettagliate sul decorso post-operatorio e un’eventuale terapia da seguire.
Se cerchi un dentista a Torino per un intervento di chirurgia orale, prenota subito la tua visita dentistica online presso il nostro studio odontoiatrico.

Cosa sono le corone dentali CAD/CAM?

Cerchi una soluzione in grado di coniugare funzionalità ed estetica?
Le corone dentali CAD/CAM, grazie all’impiego delle ultime tecnologie, ti possono garantire ottimi risultati.
Probabilmente hai già sentito parlare della tecnologia CAD/CAM che viene utilizzata in ingegneria per la progettazione e la realizzazione assistita di prodotti tramite computer. Negli ultimi anni questa tecnologia è stata adottata anche in odontoiatria e odontotecnica per costruire corone dentali CAD/CAM adatte per la cura di diversi problemi dentali tra cui il bruxismo.

Cosa sono le corone dentali CAD/CAM e quando si usano

Le corone dentali sono delle protesi, chiamate comunemente capsule, che vengono utilizzate per ricostruire, proteggere o rinforzare denti rovinati, rotti o indeboliti. In pratica le corone sono un rivestimento che viene incollato o cementato sulla parte residua del dente. Questo rivestimento serve a sostituire la corona dentale originaria, che è la parte visibile e più esterna del dente.
Le corone dentali CAD/CAM sono delle protesi fisse che vengono costruite attraverso un metodo altamente tecnologico come quello CAD/CAM.
Queste corone vengono usate per:

  • Otturazioni importanti
    Se l’otturazione coinvolge gran parte della corona dentale è preferibile una ricostruzione per mezzo di corona. Il materiale con il quale si realizzano le otturazioni, infatti, potrebbe essere troppo debole per far fronte ad eccessivi carichi masticatori e il dente potrebbe facilmente fratturarsi.
  • Cura canalare
    In seguito a dei trattamenti endodontici il dente risulta inevitabilmente più fragile, oltre ad essere soggetto ad alterazioni cromatiche col passare del tempo. Una corona permette di conservare l’elemento dentale naturale proteggendolo da rotture e rinforzandone la struttura.
  • Eccessiva usura dei denti
    Nei casi di bruxismo è facile che, a lungo andare, si vada incontro ad un vero e proprio consumarsi delle corone dentali. Dopo un’idonea terapia che mira a risolvere il problema a monte, è possibile agire per ripristinare l’estetica e la funzionalità dentale con l’inserimento di corone.
  • Motivi estetici
    Le corone dentali permettono di intervenire sull’aspetto dei denti naturali in caso di difetti estetici che riguardano forma, colore o posizione, portando dei miglioramento utilizzando una tecnica di ricostruzione dentale conservativa.

Le corone dentali CAD/CAM possono essere utilizzate per realizzare singole protesi su molari o premolari, perché permettono di raggiungere dei livelli di precisione assoluta. Come è possibile raggiungere un tale grado di perfezione?
Tutto questo si può ottenere proprio grazie alla tecnologia CAD/CAM. Le corone dentali CAD/CAM vengono realizzate prendendo un’impronta digitale e, poi, modellando al computer il materiale scelto per la protesi. Questo procedimento permette di eliminare qualsiasi imperfezione. Attraverso la tecnologia CAD/CAM si possono realizzare anche protesi molti sottili come faccette e intarsi, ma anche capsule dentali e ponti.

Materiali utilizzati nella creazione e vantaggi rispetto a quelli tradizionali

Un tempo, prima dell’arrivo della tecnologia CAD/CAM, le protesi venivano realizzate manualmente. Forse sarà capitato anche te di sottoporti alla presa delle impronte dentali tramite quella pasta che veniva inseriti in bocca attraverso un supporto di metallo. Poi, le impronte venivano inviate all’odontotecnico, che realizzava il calco in gesso che permetteva la costruzione della protesi in cerca. Quindi si procedeva con la fusione della parte metallica su cui veniva stratificata la ceramica.

Oggi, invece, le impronte vengono prese tramite il computer e il software realizza un file digitale che viene inviato ad una fresatrice computerizzata. Questa apparecchiatura, in base alle informazioni che gli sono state date, inizia a lavorare il blocchetto di materiale che è stato scelto per la protesi. I materiali che possono essere usati sono la zirconia, compositi, resine e ceramica. Con questi materiali non è necessario avere una struttura in metallo che funge da supporto, dando un risultato estetico migliore. Le corone dentali CAD/CAM, oltre ad offrire dei vantaggi in termini estetici, garantiscono un’ottima funzionalità, sono rispettose delle gengive, risultano più precise delle vecchie protesi e durano nel tempo.

Lo Studio del Malvò realizza le corone dentali CAD/CAM

Anche nello Studio Dentistico Del Malvò utilizziamo la metodologia CAD/CAM per realizzare le corone dentali che ci servono per la cura di alcune patologie tra cui il bruxismo. Il dottor Enrico Del Malvò, infatti, è il dentista di Torino specializzato nella cura della patologia che causa il digrignamento dei denti.

Le corone dentali CAD/CAM ci permettono di eliminare le strutture metalliche dando al sorriso dei nostri pazienti una resa estetica migliore. Inoltre, l’impiego della tecnologia CAD/CAM consente al paziente di sottoporsi a delle cure più confortevoli e che danno risultati in tempi più rapidi.

In particolare, per i pazienti soggetti al bruxismo, utilizziamo corone in ceramica, che sono un ottimo compromesso tra resistenza ed estetica. Queste corone sono adatte sia per i denti posteriori che quelli anteriori.
Rivolgendoti al nostro studio di Torino avrai a disposizione le soluzioni più innovative per la cura dei tuoi denti e un’equipe di professionisti costantemente aggiornati. Fissa subito un appuntamento online presso lo Studio Dentistico Del Malvò.

Cura del Bruxismo nelle donne in gravidanza

La gravidanza può essere un periodo di stress che in alcune donne causa il digrignamento dei denti. È fondamentale quindi diagnosticare e curare per tempo il bruxismo nelle donne in gravidanza.

Ansia e stress sono tra i fattori principali che possono portare al digrignamento dei denti in molte persone. Alcune donne possono vivere la gravidanza come un periodo di ansia e di stress e per questo manifestare i sintomi tipici del bruxismo. Questa fastidiosa patologia si manifesta attraverso l’atto involontario di stringere e digrignare i denti, in particolare durante la notte, ma può succedere anche di giorno.

Se vuoi conoscere le differenze tra bruxismo notturno e diurno, puoi leggere l’articolo che abbiamo dedicato a questo argomento e che puoi trovare qui. Lo sfregamento delle arcate dentali può provocare diversi disturbi, come cefalee, difficoltà nell’aprire e chiudere la bocca, e portare un’usura eccessiva dei denti. Per questo il bruxismo nelle donne in gravidanza deve essere diagnosticato e curato tempestivamente da un odontoiatra.

Come capire se si soffre di bruxismo?

Come abbiamo già raccontano in un altro articolo, ci sono diversi sintomi che possono far capire se si soffre o meno di bruxismo. Essendo un atto involontario che si può manifestare in particolare nelle ore del sonno è difficile avvertire questo problema.

Se ne può accorgere il partner, se si vive con qualcuno, che avverte quel fastidioso rumore causato dal digrignamento dei denti mentre si dorme.
Se si vive soli, ci sono alcuni segnali che possono far pensare a questa patologia, come dolore alla mandibola, mal di testa, otite, denti danneggiati e, nei casi più gravi, anche la rottura dei denti stessi. Nonostante questi sintomi, però, molti sottovalutano il problema e il bruxismo viene diagnosticato dal dentista, magari in seguito ad una visita per altri motivi. Ad esempio, perché il paziente ha mal di denti oppure per motivi estetici.

Un odontoiatra esperto, come il Dottor Enrico Del Malvò, dentista a Torino, è in grado di individuare subito i danni provocati sui denti dal loro digrignamento e diagnosticare il bruxismo. Dopo aver trovato il problema, l’odontoiatra e la sua equipe devono capire le cause, spesso attraverso degli approfondimenti diagnostici, come una radiografia ortopanoramica, che permette di vedere la presenza di una malocclusione o di una malformazione.
Tra le cause del digrignamento dei denti ci possono essere anche situazioni di ansia e stress, che non vanno assolutamente sottovalutate, come avviene per il bruxismo nelle donne in gravidanza.

Stress derivante dalla gravidanza, bruxismo e cura attraverso l’odontoiatria conservativa

Se la gravidanza causa stress può portare una donna che aspetta un bambino a digrignare i denti e si può parlare di bruxismo in gravidanza. Questo problema può indebolire i muscoli facciali, oltre a rovinare il sorriso della futura mamma. Una diagnosi tempestiva è fondamentale per individuare la patologia ed affrontarla nel modo corretto per evitare danni maggiori alla bocca. Per la cura del bruxismo nelle donne in gravidanza, nello Studio Odontoiatrico Del Malvò, il dentista a Torino specializzato nel trattamento del digrignamento dei denti, vengono impiegate soluzioni conservative.

L’odontoiatria conservativa permette di ridare una perfetta funzionalità alla bocca e un bel sorriso attraverso tecniche di ricostruzione dentale. Rispetto alle terapie tradizionali, con una soluzione conservativa si possono curare i denti senza sostituirli con protesi o impianti e non occorre rimuovere lo smalto. Si tratta di una pratica non invasiva, che consente di effettuare delle sedute anche senza anestesia. Tutto questo si traduce in un maggiore comfort per il paziente durante il trattamento e tempi più rapidi per raggiungere il risultato che si desidera.

Lo Studio Odontoiatrico Del Malvò è specializzato nella cura del bruxismo nelle donne in gravidanza

Aspetti un bambino e pensi di avere il bruxismo?
Rivolgiti al dentista di Torino che si occupa della cura di questa patologia con tecniche innovative. In un periodo delicato come quello della gravidanza è bene che ti affidi a degli specialisti seri e preparati, anche per la salute dei tuoi denti.

Presso lo Studio Dentistico Del Malvò puoi trovare una struttura all’avanguardia specializzata nella cura del bruxismo nelle donne in gravidanza. Il trattamento di questa patologia viene effettuato utilizzando soluzioni e materiali all’avanguardia che ti possono garantire un risultato perfetto e duraturo. Impieghiamo le migliori tecnologie sia per la diagnosi che per la cura dei diversi problemi odontoiatrici. L’equipe del dottor Enrico Del Malvò realizza anche bite dentali su misura per evitare il digrignamento dei denti sia di notte che di giorno.

Le cure dei denti presso il nostro studio dentistico sono sicure ed efficaci durante la gravidanza. Devi solo comunicarci di essere in attesa di un bambino, in modo che possiamo effettuare le terapie più appropriate.
Hai problemi di bruxismo e sei in gravidanza? Prenota subito online una visita presso lo Studio Odontoiatrico del Malvò.

Come avviene la ricostruzione di un dente o della dentatura

Un dente che ha perso la propria forma originaria a causa di un trauma o per effetto del digrignamento dovuto al bruxismo può essere facilmente ricostruito. In questo articolo vi sveliamo come avviene la ricostruzione dentale.

La ricostruzione di un dente o della dentatura spesso viene fatta per salvaguardare la sua funzionalità e la sua attività, ma ci sono anche molte persone che decidono di ricostruire uno o più denti per motivi puramente estetici. Infine, altri pazienti si sottopongono a questo tipo di intervento perché i denti si sono rovinati a causa del bruxismo. Esistono diverse tecniche di ricostruzione dei denti, e oggi è possibile anche effettuare una ricostruzione dentale conservativa. Naturalmente spetta sempre al dentista, dopo aver valutato il singolo caso, consigliare il tipo di soluzione più adatta.

Come avviene la ricostruzione dei denti

Per la ricostruzione dei denti si possono utilizzare tecniche e materiali diversi, in base al tipo e alla gravità del danno subito dal paziente che si sottopone all’intervento.

Otturazione Dentale

L’otturazione è il metodo di ricostruzione dentale più diffuso, e si esegue pulendo la parte del dente danneggiata, che viene poi riempita con del materiale composito. In questo modo si restituisce al dente la sua forma e la sua funzione originarie.

Ricostruzione dentale

Se un dente è fratturato solo parzialmente si utilizza la tecnica di ricostruzione in composito. Il materiale viene lavorato per dargli la forma che il dente aveva prima della frattura. Puoi vedere il risultato di un caso di ricostruzione dentale cliccando sul link.

Capsule Dentali

La capsula dentale viene impiegata nei casi in cui il dente risulta seriamente danneggiato oppure è stato devitalizzato. Le capsule dentali solitamente vengono realizzate in ceramica, in porcellana oppure in lega di zirconio.

Impianto Dentale

Se invece il paziente ha un trauma importante, bisogna ricorrere a un impianto dentale. Nella ricostruzione dentale viene inserita, all’interno dell’arcata superiore o inferiore, una vite in titanio con la protesi in ceramica del dente. Questo è l’intervento più complesso tra quelli che vengono effettuati per la ricostruzione dei denti.

Fa male sottoporsi alla ricostruzione dei denti?

 La ricostruzione dentale è un tipo di intervento che non fa male. Il dentista, prima di iniziare la ricostruzione, effettua l’anestesia in modo che il paziente non senta alcun tipo di dolore.
Dopo l’intervento è comunque possibile che il paziente avverta un po’ di fastidio. Ma se ti devi sottoporre alla ricostruzione di un dente, puoi stare tranquillo, in quanto si tratta di un intervento assolutamente sicuro e che non crea alcun tipo di problema.

Quanto tempo ci vuole per la ricostruzione di un dente?

Dare una risposta precisa a questa domanda è difficile, perché ogni caso è diverso. Sarà il tuo dentista, dopo una visita, a valutare la situazione e a stabilire i tempi dell’intervento per la ricostruzione del tuo dente. Ti daremo tutti gli elementi per capire i dettagli dell’intervento cui dovrai sottoporti se deciderai di farlo.

Quanto dura un dente ricostruito?

La durata di un dente ricostruito dipende dal tipo di intervento che è stato effettuato. Ad esempio, un’otturazione dura alcuni anni. Un ponte, invece, ha una vita più lunga e può durare anche più di dieci anni. Le capsule dentali hanno una durata che può variare dai dieci ai quindici anni. Naturalmente, ti dovrai recare dal dentista periodicamente per effettuare i controlli concordati, in modo che possa verificare che il dente o la tua dentatura siano a posto.

La ricostruzione dentale conservativa

La ricostruzione conservativa dei denti usurati, per esempio a causa del digrignamento tipico del bruxismo, permette di ridare al tuo sorriso la sua forma naturale. Con questa tecnica non occorre rimuove lo smalto rimasto sul dente e vengono utilizzati dei materiali che consentono di ricostruire anche piccole porzioni del dente. Si tratta di una soluzione poco invasiva, tanto che non occorre l’anestesia prima procedere alla ricostruzione del dente o della dentatura.
La ricostruzione conservativa viene effettuata impiegando dei manufatti molto sottili, che vengono cementati perfettamente al dente, impedendo in questo modo che possano rompersi o staccarsi. Se in futuro, poi, la parte del dente ricostruita si dovesse rovinare, sarà sempre possibile ripristinarla agilmente con una nuova ricostruzione conservativa.

La ricostruzione dei denti consumati dal bruxismo

Il dott. Enrico Del Malvò, dentista specialista di bruxismo a Torino, è esperto nell’uso di tecniche conservative per la ricostruzione dei denti rovinati dal digrignamento. Grazie alla sua esperienza è in grado di ricostruire perfettamente la dentatura restituendo la massima funzionalità ai denti e ridando nuova vita al tuo sorriso. Con queste tecniche, la ricostruzione dei denti rovinati dal bruxismo crea meno disagi a chi si sottopone alla cura e garantisce tempi di riabilitazione più veloci. Presso lo Studio Dentistico Del Malvò si utilizzano inoltre degli intarsi dentali in ceramica disilicata, un materiale che si applica senza rovinare gli altri denti. Questo materiale è molto resistente e supporta spessori anche molto piccoli.

I tuoi denti sono stati rovinati dal bruxismo, o pensi di dover ricostruire un dente o l’intera dentatura? Prenota una visita dentistica direttamente dal nostro sito, ti seguiremo per trovare la soluzione giusta per te e ricostruiremo i tuoi denti per farti tornare a sorridere il prima possibile!

 

 

 

Passare a una Protesi Dentale Fissa da una dentiera removibile, Caso di Studio

Protesi Dentale Fissa: con le giuste competenze e le soluzioni tecnologiche adeguate si possono raggiungere risultati straordinari, come regalare un nuovo sorriso.

In questa pagina raccontiamo passo passo un caso di impianto di protesi dentale fissa risolto grazie alla professionalità e alle soluzioni innovative utilizzate dell’equipe dello Studio Dentistico del Malvò di Torino. Si tratta di caso particolarmente delicato e impegnativo di cui ci siamo presi cura con la consueta attenzione e passione. Una volta terminate le terapie, è stata grande la soddisfazione del personale dello studio per aver dato al paziente il sorriso che desiderava.

Il desiderio di una dentatura fissa

Un uomo di 50 anni, non avendo più i denti nell’arcata superiore, è stato costretto ha portare una dentiera removibile per tanti anni. Con il passare del tempo la protesi dentaria ha iniziato a creargli dei problemi sia durante la masticazione, inoltre, anche a livello estetico la resa non era più gradevole. Il paziente ha così deciso di rivolgersi al nostro studio Dentistico di Torino per l’impianto di una dentatura fissa.
Dalla prima visita, alla consegna dell’arcata definitiva in ceramica legata a 4 impianti osteointegrati, il trattamento è durato complessivamente 9 mesi.

Come si realizza una dentatura fissa

Il trattamento ha previsto diverse fasi per ridare al paziente una dentatura in grado di funzionare al meglio, ma che fosse anche gradevole esteticamente, e che lo potesse far sentire a suo agio in ogni situazione.

Ecco come la nostra equipe ha curato il paziente:

Primo appuntamento: la diagnosi

Abbiamo realizzato un video, per studiare il sorriso del paziente in movimento, e delle foto per svolgere una corretta analisi facciale e dentale. Poi, abbiamo preso le impronte dentali per avere un modello della bocca del paziente. Abbiamo inoltre effettuato una Tac Cone Beam con un software di progettazione implantare. Tutto questo ci ha permesso di acquisire tutta una serie di informazioni utili per confrontarci con tutta l’equipe e fare una diagnosi il più precisa possibile.

Secondo appuntamento: la prova dei denti prima dell’intervento

Si tratta della vista prechirurgica in cui abbiamo fatto una prova funzionale ed estetica dei denti, che poi sono stati consegnati il giorno dell’intervento al paziente. Per altri casi, in questa fase, può essere necessario effettuare delle prove intermedie dei denti.

Terzo appuntamento: l’intervento chirurgico

L’intervento ha previsto l’inserimento di 4 impianti osteointegrati per sorreggere una prima arcata dentale provvisoria. Visto che il diametro implantare era ridotto per la ristrettezza della cresta ossea residua, abbiamo optato per degli impianti a superficie attiva in modo da migliorare l’osteointegrazione dal punto di vista biologico. Sono stati utilizzati degli impianti più lunghi rispetto a quelli standard per poter avere una maggiore superficie di contatto. Dopo aver inserito gli impianti, è stata presa l’impronta per registrare la loro posizione ed è stata consegnata un’arcata provvisoria in resina con una struttura metallica di rinforzo, in modo che il paziente non avesse problemi di frattura della protesi nei 6 mesi seguenti all’intervento.

La consegna dell’arcata dentale definitiva

Abbiamo quindi atteso il tempo necessario affinché gli impianti si stabilizzassero e i tessuti gengivali guarissero completamente. Passato questo periodo è iniziata la una seconda fase protesica, ancora più accurata, che ha portato alla consegna di un’arcata dentale completamente in ceramica. Per questo paziente abbiamo deciso di realizzare dei denti in ceramica che nascano direttamente dalla gengiva, eliminando la flangia in resina rosa, per ottenere un risultato ancora più naturale.

I vantaggi di una protesi dentale fissa

Se già porti una dentiera, sai bene cosa significa doverla togliere più volte al giorno per pulirla, stare attento quando mangi e aver paura che possa cadere. La soluzione a tutto questo è l’impianto di una dentiera fissa. Una protesi dentale fissa può cambiare la tua vita in meglio, perché ti permette di superare tutti i problemi e i disagi causati dall’utilizzo di una protesi mobile.
Con una dentatura fissa non dovrai più togliere la protesti per pulirla, ma potrai lavarti i denti normalmente con lo spazzolino. Essendo fissa, la protesi non si sposta durante la masticazione e ti consentirà di mangiare meglio e di gustarti finalmente il cibo, come probabilmente non ti capita da tempo. Un altro vantaggio è legato al fatto che una dentatura fissa non può cadere, quindi sarai al sicuro da possibili situazioni imbarazzanti dovute alla protesi mobile che si può staccare.
Con una protesi dentale fissa puoi godere anche di un aspetto più giovane. I lineamenti riacquistano il loro aspetto originale, perché la protesi fissa rispetta il tuo profilo facciale ed è in grado di donargli una maggiore giovinezza. Una protesi fissa può offrirti una maggiore comfort e una migliore qualità di vita.

Affidati allo Studio Dentistico del Malvò di Torino per avere una nuova dentatura

I professionisti dello Studio Dentistico del Malvò di Torino raccomandano di optare per una dentatura fissa, per avere avere una soluzione funzionale e gradevole esteticamente per la tua bocca. L’equipe guidata dal dottor Enrico Del Malvò è in grado di aiutarti a superare tutti i problemi legati all’uso della dentiera remobile attraverso l’utilizzo di tecniche di ricostruzione dei denti all’avanguardia.

Se vuoi passare da una protesi removibile a una dentatura fissa, puoi fissare una visita dentistica online con i professionisti dello Studio Odontoiatrico del Malvò.

Fisioterapia e osteopatia per la cura del Bruxismo

Fisioterapia e osteopatia per la cura del Bruxismo a supporto dell’odontoiatria.

Il bruxismo è un problema che comporta lo sfregamento dei denti in modo violento, provocando disturbi, come il consumo delle superfici dentali e un uso eccessivo dell’articolazione della mandibola. Ci sono diversi fattori che possono essere alla base di questa patologia, sia di tipo psicologico che di tipo fisico.

A livello psicologico, il digrignamento dei denti sembra essere un modo per scaricare ansia e stress. Mentre, a livello fisico, la causa può essere individuata in un’iperattività della muscolatura masticatoria, in una disfunzione dell’articolazione temporo-mandibolare o in una cattiva postura della colonna cervicale. Per questo motivo è possibile intraprendere percorsi che vedono fisioterapia e osteopatia per la cura del Bruxismo essere un’ottima soluzione.

Cura del bruxismo: fisioterapia temporo-mandibolare

Il bruxismo è un disturbo che coinvolge i muscoli masticatori, che durante il sonno oppure durante il giorno tendono a chiudersi provocando il digrignamento dei denti. La fisioterapia per il bruxismo può essere una soluzione molto efficace per ridurre i sintomi ed evitare ulteriori problemi a chi soffre di questa patologia.

In particolare, se si è affetti da un dolore mandibolare, è consigliabile una fisioterapia temporo-mandibolare, che deve essere praticata da un fisioterapista esperto di ATM.

Come il fisioterapista cura il bruxismo

L’articolazione temporo-mandibolare è una parte anatomica molto complessa. Questa articolazione, infatti, collega la mandibola all’osso temporale del cranio. La fisioterapia temporo-mandibolare prevede una serie di interventi che servono ad individuare la disfunzione all’ATM e la rieducazione della mandibola. Il fisioterapista interviene con delle manovre specifiche sui muscoli facciali e su quelli temporali, ed esegue anche dei trattamenti intraorali, per detendere le strutture contratte.

Il fisioterapista per la cura del bruxismo, si avvale anche di strumenti in grado di produrre delle vibrazioni meccaniche che, grazie alla loro azione, portano ad un miglioramento della contrattura. Per questo tipo di trattamenti si rivela particolarmente efficace la laser terapia che agisce sulle fasce muscolari con notevoli benefici. Il percorso riabilitativo può prevedere 1 o 2 sedute alla settimana. Tutto dipende dell’entità del problema che bisogna affrontare, che può essere più o meno grave. Il fisioterapista, durante la cura del bruxismo, può consigliare al paziente anche una serie di esercizi specifici da svolgere a casa.

Cura del bruxismo: osteopatia

I sintomi del bruxismo sono ben precisi e quindi individuabili dal dentista: dolore ai denti, difficoltà nell’aprire e chiudere la bocca, mal di testa, dolore al collo e una maggiore sensibilità dentale. Un ulteriore rimedio efficace contro il bruxismo è l’osteopatia, che aiuta a ridurre le tensioni muscolari a livello del collo e delle spalle. Inoltre, permette anche di intervenire sulla cervicale e sui problemi posturali.

Come l’osteopata cura il bruxismo

L’osteopata per curare il bruxismo, esegue dei trattamenti mirati al riposizionamento della mandibola, un intervento fondamentale per riequilibrare il tono della muscolatura masticatoria, che può essere la causa proprio del bruxismo. L’osteopata svolge una manipolazione sull’aerea cranio-sacrale, sull’apparato masticatore e sul tratto cervicale della colonna vertebrale, che porta a diminuire le tensioni presenti in queste zone.

Restituendo una corretta postura cervicale e ridando il giusto tono alla muscolatura coinvolta nella masticazione, si possono ridurre il digrignamento dei denti, diminuire la compressione dentale quando i denti vengono chiusi e far scomparire quasi del tutto i problemi di cefalea muscolo-tensiva legati al bruxismo. Questo porta un notevole miglioramento a livello di qualità di vita nella persona che ha problemi di digrignamento dei denti.

Percorsi personalizzati per la cura del bruxismo

La fisioterapia e l’osteopatia per la cura del Bruxismo possono essere un importante supporto alla terapia odontoiatrica e la prima tappa per iniziare un percorso di cura del bruxismo deve essere proprio la visita dal dentista. Nello Studio del dott. Enrico Del Malvò, specialista del bruxismo a Torino, curiamo questa patologia attraverso soluzioni personalizzate e all’avanguardia.

Presso il nostro Studio Odontoiatrico utilizziamo una tecnica conservativa che prevede la ricostruzione dei denti usurati, di cui puoi vedere un esempio seguendo il link.
L’impiego di questa tecnica consente al paziente di avere meno disagi durante le cure e tempi di recupero più veloci. Nel nostro studio realizziamo anche bite dentali su misura per impedire il digrignamento dei denti sia di notte che di giorno, anche per bambini e per gli sportivi.

Il nostro lavoro non si limita alla cura odontoiatrica del bruxismo, ma siamo in grado di consigliarti i migliori trattamenti di fisioterapia e osteopatia. Con noi collaborano, infatti, fisioterapisti e osteopati professionisti, con i quali studiamo un percorso riabilitativo personalizzato sulle specifiche esigenze del paziente, affinché possa riacquistare completamente il suo benessere psicofisico. Fisioterapia e osteopatia per la cura del Bruxismo sono oggi ottime soluzioni per risolvere varie problematiche con interventi e terapie assolutamente non invasivi.

Se hai problemi di digrignamento e pensi di soffrire di bruxismo, puoi prenotare una visita dentistica direttamente dal nostro sito.

  • Realizzato da Youtoo Digital
  • © 2020 Del Malvò Enrico. Tutti i diritti sono riservati. | Sede legale in Corso Vittorio Emanuele II, 202 – 10138 Torino (TO)
  • C.F DLMNRC86L29L219T e P.I 10666320014 | Privacy | Cookie